I PROGETTI SPECIALI CERVINIA

Progetti Speciali

Cervinia nel corso della sua storia mostrO’ò una particolare propensione a interpretare progetti speciali per istituzioni e marchi nazionali e internazionali, alcuni dei quali hanno lasciato tracce tangibili nella Riserva Cervinia con la disponibilitA’à di centinaia di pezzi mai giunti alla fase di consegna o testimoniati da materiale solo parzialmente lavorato. Sono stati contati finora quattordici progetti speciali realizzati da Cervinia dalla metA’à degli anni Trenta fino ai primi anni Cinquanta. Tra questi quelli di maggior interesse il Progetto "Coloniale" degli anni prima della Guerra e il Progetto "Liberazione" avviato su impulso di alcuni membri torinesi della Assemblea Costituente.

Progetti Speciali

Il Progetto Cervinia “Coloniale”. All'indomani della istituzione ufficiale dell'Africa Orientale Italiana (A.O.I.), nel 1936, Giuseppe Carboni riuscI’ì ad aggiudicarsi una importantissima commessa dal Ministero preposto alle colonie, che aveva predisposto un articolato programma di doni ufficiali destinati alla rappresentanza diplomatica italiana in Africa. Abbiamo tracce nella Riserva originale Cervinia di alcune serie realizzate a questo scopo nell'arco dei cinque anni precedenti lo scoppio della Guerra, dal 1936 al 1940. Le penne furono realizzate in celluloide nera con diversi tipi di caricamento dell'inchiostro e marcate "La Coloniale", con l'impressione a lato di una palmetta stilizzata. A tali penne giA’à estremamente rare si affiancarono alla fine del 1937 in occasione della visita del VicerE’è Graziani in Etiopia una serie celebrativa in materiale bianco avorio che ebbe una circolazione molto limitata all’interno del circolo ufficiali italiani della capitale etiope.

Progetti Speciali